Voce di Spazio n° 4 Febbraio 2015

voce 04_2015Nomadi
dell’aldilà

Nomade è una persona che non ha una dimora fissa, nomadi
erano i popoli che si occupavano unicamente di pastorizia.
Per “aldilà” intendiamo ciò che c’è dopo questa vita. Applicando
alla persona umana, a ognuno di noi i due termini (nomadi e aldilà)
sbocciano le domande fondamentali o “arcaiche”: io, chi sono? Da
dove vengo? Verso dove vado?
Ed ecco, in sintesi la risposta: noi siamo nomadi in questo
mondo e andiamo verso l’aldilà di questa vita terrena.
Tempo di Quaresima, tempo per pensare oltre; per spingere le
domande arcaiche al limite del mistero della vita, che Gesù ci svela
con la sua morte e risurrezione.
È bello e utile contemplare quello che è accaduto a Gesù in quel
mattino di Pasqua.
Ma è bello pensare che quella Pasqua è anche la mia pasqua.
E’ il cielo squarciato nella mia speranza perché non smarrisca il
sentiero nelle asprezze e nelle paure e nelle solitudini del mio calvario.
Sì, perché, anche per me la strada del mattino di Pasqua è una
sola: quella del Calvario. Una strada ruvida, accidentata, ripida.
I giorni della vita sono scanditi per me, per te, per ogni figlio
d’uomo, da lacrime amare e domande brucianti di dubbio.
Spesso ho i piedi laceri e la stanchezza è all’ultimo respiro.
Ogni giorno devo sintonizzare il mio cuore col ritmo del mondo,
la mia anima con la voce del mio Dio che non mi abbandona mai:
“Non stancarti, o mio popolo. Non deporre le tue fiaccole nelle
ceneri della tua fatica. Non vedi laggiù le frange della luce che filtrano
dalla Grande Dimora?”.
Come “li guidò per una strada meravigliosa, divenne loro riparo
di giorno e luce di stelle nella notte. Sfamò il suo popolo con il cibo
degli angeli, dal cielo offrì loro un pane già pronto senza fatica, capace
di procurare ogni delizia e soddisfare ogni gusto” così il Signore
sarà luce nelle mie oscurità, aprirà i miei occhi alla verità.
Andrò oltre.
Dietro a Gesù.
Verso la festa di Dio.
Nomadi dell’aldilà, ora sappiamo: la nostra meta è un futuro
senza fine e Dio cammina con noi.

don Salvatore Mercorillo

Il download è disponibile solo per gli utenti iscritti nel nostro sito.

Download “voce-04_2015.pdf” voce-04_2015.pdf – Scaricato 0 volte – 7 MB

Questa voce è stata pubblicata in Oratorio, Tam Tam (Grest), Voce di Spazio. Contrassegna il permalink.