Il problema a chi devo chiedere?

«Ho un problema: chi mi ascolta?». «Di chi mi posso fidare?».
Grossi interrogativi, davvero. Qualcuno di voi sa già come rispondere? Qualcuno vuole raccontare a chi si rivolge quando il mondo e tutto quanto contiene gli stanno per precipitare addosso?

 

A CIASCUNO IL SUO

Eh, sì, proprio vero. A ciascuno il suo confidente, a ciascuno la sua spalla. Ecco spiegato il motivo per cui alcuni ragazzi parlano con l’amica del cuore, con l’amico per la pelle, con i genitori, gli educatori, altri con l’allenatore, uno zio giovane, il parroco, la suora dell’oratorio. Ciascuno ricerca aperture diverse, cuori diversi. L’importante è che tutte queste persone, a cui è affidato il compito di ascoltare, siano dolci, comprensive, sensibili e capiscano davvero i problemi che un adolescente incontra.
Pensate che ci sia un tipo ok, migliore di tutti gli altri? Errore! Tutti, dalla mamma all’allenatore, fanno del loro meglio. A nessuno possiamo regalare l’Oscar per «Il migliore ascolto» o per «Il consiglio più azzeccato». Possiamo però parlare di tre categorie particolari, molto attente a voi e, soprattutto, molto vicine.

 

GLI AMICI

Il sole delle vostre giornate, l’azzurro del vostro cielo. Gli amici. Sono i vostri confidenti preferiti. Se vi capita qualcosa e non avete a portata «di bocca» l’amico del cuore, vi sembra di scoppiare a tenervi tutto dentro. A loro raccontate tutto, di tutti, di tutto. Certo, vi capiscono. E come no? Vivono i vostri stessi problemi, le vostre stesse sensazioni, le vostre emozioni, con la stessa intensità. Vi sono vicini in modo appassionato ed esclusivo.
Attenzione, però: quando il gioco si farà più duro e i problemi inizieranno ad essere un po’ grossi, gli amici, per quanto vi vogliano bene, data l’età, che è più o meno la vostra, ne capiranno tanto quanto voi.
Perché, allora, non adottate questa strategia? Mantenere una comunicazione aperta e sincera con gli adulti: genitori, educatori; chiedere il loro aiuto e farsi sostenere con la forza dell’amicizia, dai compagni, dalla classe, dagli amici del cuore.
Senza amici non si vive. E senza l’aiuto di persone adulte che possono consigliarvi, non si cresce.

GLI EDUCATORI

In questa categoria comprendiamo animatori, professori, catechisti, e tutte le persone che vi ruotano attorno con lo scopo di aiutare la vostra crescita. Esperti di giovani per scelta o per professione, sono le guardie del corpo della vostra età. Sanno essere aperti, disponibili, sempre pronti ad ascoltare e suggerire. Molto bene se fanno tutto questo con discrezione, senza invadenza. Sono un malloppo di competenze, di sicurezza, di esperienza che non potete e non dovete lasciarvi scappare. Sono i fratelli più grandi che avete sempre desiderato, gli amici perfetti che davvero sostengono. Perché non farsi aiutare anche da loro? Non aspettano altro!

I GENITORI

Sì, lo so e lo sapete anche voi. Sono più le volte in cui vi tirate le ciabatte di quelle in cui vi mettete l’uno accanto all’altro per confidarvi. A volte i vostri mondi sono lontani anni luce. Perché loro sono vecchi, pensate voi. La differenza di età è reale, eppure i genitori vi capiscono, o almeno si sforzano di capirvi. Vi osservano e vi proteggono (sì, anche quando non vi lasciano uscire). Apritevi con loro. A dispetto di certe apparenze, potreste trovare persone disponibili e desiderose di ascoltare, suggerire, amare. Magari qualche volta vi diranno: «È ora che tu cresca, prenditi le tue responsabilità», «Non posso farti tutto io», ma saranno sempre pronti, con il cuore aperto, a sostenervi in ogni vostra scelta. Non sprecate l’opportunità di parlare con i genitori, anche di questioni molto «delicate». Lasciateli entrare nel vostro mondo. Sono qui per voi. Vi ascoltano, vi correggono, vi «stirano»: lasciatevi amare!

«Lontano o vicino, nella
felicità o nell’infelicità,
l’uomo riconosce nell’altro
colui che fedelmente lo aiuta ad
essere libero e ad essere uomo».
D. Bonhoeffer

Questa voce è stata pubblicata in News, Voce di Spazio. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.